Fotografia in Risograph

self publishing: progettare e realizzare una fanzine in Risograph
17/18/19 novembre 2017

Progettazione, Editing, Risograph Printing
Il workshop prevede l’ideazione e la realizzazione di un progetto fotografico collettivo i cui elementi stilistici, formali e di contenuto siano in grado di dialogare tra loro al fine di essere tradotti in un prodotto cartaceo stampato in Risograph.
Il workshop nasce dall’esperienza maturata nell’ambito della collaborazione tra The View From Lucania (Stefano Tripodi) e ATTO (Sara Bianchi e Andrea Zambardi) in relazione al progetto editoriale SUDARIO. Attraverso la produzione e l’editing del materiale fotografico si porrà l’attenzione, oltre che al racconto e al ritmo delle immagini, sulla pre- visualizzazione delle immagini stampate in Risograph, in modo che si possa ottenere il massimo da questa particolare tecnica di stampa.
Il workshop, dunque, sarà caratterizzato dall’intreccio di competenze diverse. Idea, previsualizzazione, realizzazione, editing, storytelling, realizzazione di un menabò, tecnica distampa in Risograph, sono gli elementi principali su cui gli allievi dovranno cimentarsi.

 

PROGRAMMA

Durata: 3 giorni (ven – dom) Ore corso totali: 22

Venerdì 17 novembre 2017  

ore 12-18
Presentazione del workshop
Introduzione all’editoria indipendente
Introduzione alla stampa Risograph
Studio della location e del percorso dove saranno raccolte le immagini
Lavoro sul campo di raccolta delle immagini: i partecipanti si muoveranno da soli e a piedi seguendo un percorso precedentemente individuato dai docenti
N.B. A partire dal 1 ottobre saranno disponibili online documentazioni riguardante il percorso.

Sabato 18 novembre 2017

ore 12-20
(La mattina sarà a disposizione degli studenti per proseguire  in maniera autonoma il lavoro fotografico)
Editing delle immagini
Realizzazione del menabò
Preparazione del file per la stampa

Domenica 19 novembre 2017

ore 10-18 

La stampa Risograph Stampa

Rilegatura

ATTO è uno studio grafico con sede a Milano, diretto da Sara Bianchi e Andrea Zambardi. Avvalendosi di una rete di collaboratori di alto livello, Atto lavora su progetti di varia natura: identità visiva, editoria, illustrazione, video e web, prendendosi cura di ogni dettaglio progettuale. Atto crede nel valore dell’insegnamento. Collabora con alcune scuole (Domus Academy, Naba) nella formazione di giovani designer e sviluppa laboratori rivolti ai bambini per spiegare loro il lavoro del grafico. Clienti e collaborazioni: Fondazione Furla, ENI, Teatro Grande Brescia, Triennale di Milano, Arte Laguna Price, Esterni, H+, Studiopepe., Uovo, Zero, Domus Academy, Naba, Università Statale di Milano, On Printed Paper

STEFANO TRIPODI fotografo freelance si è diplomato presso la Scuola Romana di Fotografia e specializzato in foto giornalismo frequentando l’Alta Scuola dell’Agenzia Contrasto. Nel 2010 ha fondato The View From Lucania, un’organizzazione indipendente che produce progetti editoriali, mostre, workshop, allo scopo di narrare il sud Italia. Attualmente è rappresentato dall’agenzia The Herd Represented come fotografo di Travel, Food & Lifestyle. Clienti e collaborazioni: Mondadori, RCS Media Group, Centro Sperimentale di Cinematografia, Sundance Film Festival, Unione Europea, Politecnico di Milano, Miss Sixty, Roy Rogers, Energie, Helena Rubinstein, Lancome, Campari, Salone del Mobile,Voodoo Deluxe Agency, Mc Cann Worldgroup, Ventura Projects, Unione Europea, Rai Cinema, Biotherm, L’Oreal, Pitti Uomo, Cosmopolitan, Glamour, Fred Perry, Creative Mag, Vogue, Urban, VICE, Flux Magazine, Wall Street Journal, Conde Nast Traveler USA.

THE VIEW FROM LUCANIA è un’ organizzazione fondata nel 2010 da Stefano Tripodi il cui scopo è comunicare il Sud Italia sviluppando momenti concreti di riflessione attraverso la realizzazione di mostre, eventi, workshop, produzioni legate al mondo della fotografia e dell’audiovisivo. The View From Lucania è un progetto che vuole incoraggiare ad azioni innovative di confronto e scambio internazionale, promuovendo processi di rete e connessione. Intendiamo contribuire alla costruzione di un nuovo immaginario che segni il nostro tempo. In quest’ottica TVFL è anche e soprattutto un progetto per il territorio.

SUDARIO è una fanzine prodotta da The View From Lucania, curata da Stefano Tripodi, disegnata e stampata da ATTO. Il numero zero è stato presentato nell’ottobre 2014 a Savignano sul Rubicone durante il Festival Savignano Immagini, all’interno
del Laboratorio Italia. A Novembre dello stesso anno è stata tra le proposte dell’Independent publishers and Artists’Books Salon di Milano – Sprint 2014. Idem per il numero uno, uscito nel novembre 2015. Fin dall’inizio la The Photographers Gallery di Londra ha sostenuto il progetto ammettendolo nel proprio bookshop. Entrambi i numeri faranno parte a partire dai prossimi mesi di www.archipelagoprojects.com nella selezione “Burning with pleasure” curata da Magali Avezou. Sudario numero zero, in ultimo, è stato inserito in Monotone, un libro sull’uso del colore nel graphic design, pubblicato a Hong Kong dall’editore Victionary: http://victionary.com/ product/p07-monotone/. Sudario è un feticcio, ha una tiratura limitata di 60 copie e, ad oggi, è stato acquistato in Giappone, Inghilterra, Italia, Francia, Belgio, Olanda, Svizzera, Stati Uniti. Sudario è una stratificazione di contenuti che insieme restituiscono, ad ogni uscita, un’idea del Sud. L’editing li fa dialogare. Gli artisti coinvolti, ad oggi, nel progetto, sono: Pietro Motisi, Salvatore Santoro, Anthony Macrì, Nathan Barnes, Andrea Fasciani, Alessandro Imbriaco, Tommaso Bonaventura, Fabio Severo, Aldo La capra, Cyop & Kaf, Georges Salameh, Fabrizio Vagirei, Maria Vittoria Trovato. Il numero due, uscito nel luglio 2016, ospita i lavori di: Valerio Spada (I am nothing), Filippo Menichetti & Martin Errichiello (In quarta persona), Tayo Onorato e Nico Krebs (Construction I – X), Michael Sieber (Gentle Genius).